mask

mask

martedì 1 marzo 2011

meglio storti che dritti



“Troppe cose sono andate storte e troppo spesso” ha lasciato scritto un tipo che non mi ricordo più chi fosse prima di suicidarsi.
“Le cose vanno dritte solo se sai guidare, vecchio mio” mi verrebbe da dirgli, anche se temo sia troppo tardi.
Se sai guidare vai dritto, se non sai guidare vai storto. In fondo è un concetto piuttosto semplice.
A me non piace la gente che va dritta, a me piace la gente obliqua, quella che pende sempre un po' da una parte e procede a zig-zag come fanno gli ubriachi, quella che spesso si accartoccia attorno ad un platano ma riprende sempre testarda il proprio cammino, anche con le ossa rotte e le palle che strisciano per terra, anche senza saper guidare, anche se gli altri superano, anche se continua a piovere. Anche se sarebbe da fermarsi e mandare tutti a cagare.
Che poi chi l'ha detto che bisogna andare sempre dritti?
Dio?

5 commenti:

  1. Credo mamme e zie col loro classico "passa l'angelo e dice amen".

    RispondiElimina
  2. Sempre dritti?
    Lo dicono "i geometri" dell'esistenza... coloro che sanno come si deve procedere. Una volta erano i religiosi, oggi sono quelli che hanno ben chiaro che tu devi spendere per arricchirli.

    RispondiElimina
  3. Mah io non guidavo da mesi e nel mezzo di tutto il caos sono due giorni che ho ripreso a guidare, pensa un po' come vado ....
    Oggi nevica.

    Ciao nebbiolino

    RispondiElimina
  4. tre commenti abbastanza storti. buon segno

    RispondiElimina
  5. se ti piacciono gli storti allora ti piacerà anche il libro "ci sono bambini a zig-zag", di Grossman. Carino.

    RispondiElimina