mask

mask

domenica 12 dicembre 2010

BUON NATALE


Sotto Natale c'è sempre puzza di qualcosa. Di muffa forse. Di fiori finti e porporina, di tortellini in brodo e di malinconia. Natale è un pantano che affatica il passo. È una di quelle festine che si facevano in garage da adolescenti, con le aranciate, le patatine fritte e l’acne. Sembrava sempre che dovesse succedere qualcosa e non succedeva mai niente. La festa finiva e si tornava a casa pieni di fantasie e senza nulla di concreto. A Natale si torna a casa sempre senza nulla di concreto. E senza nemmeno più le fantasie. Perché ormai non hai più l'acne e nemmeno la curiosità di un tempo.