mask

mask

domenica 25 luglio 2010












Torno a settembre. Forse prima, forse dopo. Magari non torno. Se torno prometto che posterò solo fiorellini e poesie piene di stelle, lune e innamorati felici, ricette di cucina e canzoni di Marco Carta.
Buon viaggio a chi va e a chi resta, tanto sempre di viaggio si tratta.

PLACEBO - Twenty Years - Slidshow (HD)

venerdì 23 luglio 2010

giovedì 22 luglio 2010

Adrian Borland - Silent Air



You showed me that silence

Can speak louder than words.

A: dio@nellaltodeicieli.com

io e te non siamo mai andati molto d’accordo, e temo che non andremo d'accordo finché non potremo finalmente fare due chiacchiere. Sì, va bene, c'è il disegno  che è imperscrutabile e tutte le altre menate ma, scusa un attimo, a te chi ti ha insegnato a disegnare? Sei sicuro di non aver fatto un disegno di merda e non lo dici a nessuno per non essere bocciato?
Sia fatta la volontà di Dio etc..etc…. In che senso? Nel senso di drogata? Ma tu hai davvero le idee chiare su quello che vuoi? Mi sembri confuso. Con tutto il rispetto, non è che ti serve un aiuto psicologico?
Te ne stai lì a tirare  freccette a caso e due sono le cose: o sei ciecato o sei estremamente distratto. E' possibile che centri sempre la gente sbagliata? Per una volta, invece di tirare la freccetta su un bambino che sta saltando su una mina anti uomo, prova a tirarla sulla barca di Briatore. Secondo me ti diverti  di più.
Non so, a me era tanto simpatico tuo figlio, anche se non ho avuto il piacere di conoscerlo. Il primo punk della storia. Deve averti dato dei bei grattacapi. Tu mi sembri un po' più rincoglionito, naturalmente sempre con il dovuto rispetto, ma sarà l'età.
Ah......un'ultima cosa: posso  essere sicuro che non hai rapporti di nessun tipo con il Vaticano? Nei vangeli non c'è scritto perché era finita la carta, ma lo so per certo. Gesù voleva mettere una postilla per vietare a chiunque di pensare che sulla religione si potesse edificare uno stato. Poi nel trambusto, tra Giuda che fregava anche le posate da tavola e vino che si moltiplicava a vista d'occhio, è andato perduto, ma c'era, te lo garantisco.
Che poi lassù fate dei gran casini anche con gli assemblaggi. Vi divertite a mettere il cervello di un tricheco dentro la testa di un uomo affascinante o quello di una zanzara tigre in quello di una formosissima bionda. Capisco che dal vostro punto di vista sia divertente e certamente è un modo per non annoiarsi, ma ci pensate mai a quei due?
Io, così su due piedi, avrei progetti diversi (ed anche qualche piccolo consiglio da darti) ma mi rendo conto che competere con te sia quanto meno presuntuoso, quindi chiedo umilmente scusa e mi inchino alla tua volontà.
Magari dì a quel suonato di tuo figlio che venga giù di nuovo a farsi un giretto. Lo ospito io se vuoi, basta che mi tieni lontano lo Spirito Santo che non voglio restare incinto.
Per me se vede quello che abbiamo combinato pianta un casino tale che quella volta i Pink Floyd in piazza San Marco hanno fatto meno danni.
Era così, per fare due chiacchiere con qualcuno........

mercoledì 21 luglio 2010

venerdì 16 luglio 2010

Carne fresca- Afterhours


FAI CIO' CHE VEDI, NON GUARDARE MAI GIU'.........

giovedì 15 luglio 2010

pensierino del dopo pranzo

ma che cazzo stiamo facendo?

mercoledì 14 luglio 2010


La morale migliore in questo mondo dove i più pazzi sono i più savi di tutti, è ancora quella di dimenticare l'ora.


(Paul Verlaine)

martedì 13 luglio 2010

lunedì 12 luglio 2010

charlot

Vivi, fai quello che ti dice il cuore,
la vita è come un opera di teatro, che non ha prove iniziali:
canta, balla, ridi e vivi intensamente ogni giorno della tua vita
prima che l’opera finisca senza applausi…

Charlie Chaplin

domenica 11 luglio 2010

7:02



"Non essere giù perché la tua donna ti ha lasciato.
Ne troverai un'altra e ti lascerà anche quella."


Charles Bukowsky

venerdì 9 luglio 2010

giovedì 8 luglio 2010

martedì 6 luglio 2010

ubriacati di quello che c'è, ma fallo.


Bisogna sempre essere ubriachi. Tutto qui: è l'unico problema. Per non sentire l'orribile fardello del Tempo che vi spezza la schiena e vi tiene a terra, dovete ubriacarvi senza tregua. Ma di che cosa? Di vino, poesia o di virtù : come vi pare. Ma ubriacatevi. E se talvolta, sui gradini di un palazzo, sull’erba verde di un fosso, nella tetra solitudine della vostra stanza, vi risvegliate perché l’ebbrezza è diminuita o scomparsa, chiedete al vento, alle stelle, agli uccelli, all'orologio, a tutto ciò che fugge, a tutto ciò che geme, a tutto ciò che scorre, a tutto ciò che canta, a tutto ciò che parla, chiedete che ora è; e il vento, le onde, le stelle, gli uccelli, l'orologio, vi risponderanno: "E' ora di ubriacarsi! Per non essere gli schiavi martirizzati del Tempo, ubriacatevi, ubriacatevi sempre! Di vino, di poesia o di virtù , come vi pare"
(C. Baudelaire)

venerdì 2 luglio 2010

giovedì 1 luglio 2010

DELIRI di UnO che FA faTIca A dOrMIre

Qualcosa mi dice che c'è dell'altro, da qualche parte, ma forse è solo perché non riesco a dormire.
Tutto è livellato al grado zero e tutto sembra funzionare. Sembra. 
Vado ad una festa con lo stesso entusiasmo con cui vado dal panettiere, ma forse è solo perché non riesco a dormire.
Entro ed esco dalle notti e dai giorni senza rispettare gli orari, e forse è proprio per questo che faccio fatica a dormire.
Ma non so fare altro. Per ora almeno.
Lavoro con lo stesso entusiasmo con cui mi faccio la barba alla mattina. E mi faccio la barba un giorno sì e due no.
Comunque faccio fatica a dormire.
Sù e giù per quell'altalena ormai mi veniva da vomitare. Sembra che si sia fermata, ma bisogna stare sempre attenti. Basta un colpo di vento e si ricomincia a dondolare.
Chi se la ricorda la Linea della Lagostina? Mi vedrei quella cosa lì adesso.
E a noi che minchia ce ne frega, direte voi?
In effetti........
adesso vado a dormire. 

Armand Amar - Le Premier Cri