mask

mask

mercoledì 30 giugno 2010



Ci avete messi qui dentro e ci va bene. Siamo abituati a vivere ai margini, la cosa non ci disturba. Tanto ci venite voi, con le vostre berline, fin qui. Di nascosto, a notte fonda. E non scendete mai. Mai una pacca sulla spalla. Solo quel passarsi veloci la merce e scappare via subito da quest'inferno, ma vi capiamo. Qui, sopratutto di notte, fa paura. Che poi un inferno non sarebbe se solo non aveste tutto questo terrore. Sarà che a noi le cose  fanno meno paura. Ci siamo cresciuti, nella paura. Noi le vostre paure non abbiamo più nemmeno il posto dove metterle, noi non abbiamo più paura nemmeno della morte, per forza di cose, e ci comportiamo di conseguenza. Un vantaggio non irrilevante. Noi il vostro terrore l'abbiamo già superato. Forse non abbiamo neanche mai avuto il piacere di conoscerlo. Se avete ancora paura vuol dire che quello che possono portarvi via ha ancora un valore, e non è il nostro caso. E' il vostro. Siete come noi quando temevamo le belve e gli scorpioni, ma noi le belve le rispettavamo. E gli scorpioni anche. La vostra paura, invece, è talmente grande che si alimenta da sola con il carburante della sua stessa ipocrisia. Noi non abbiamo più niente. Noi non abbiamo mai avuto niente. Di cosa dovremmo aver paura? Portiamo droga e germogli di terrorismo in giro per il mondo, ma non ce ne frega niente della droga e tanto meno di Maometto. Per questo siamo felici. Abbiamo superato la paura, anzi, siamo diventati noi stessi la vostra paura più grande.

10 commenti:

  1. Ti ho letto in silenzio.
    Significa che la mia testa era lì...nei tuoi stessi pensieri. ;)

    Grazie,
    a volte è stupendo vedere che un altro sta scrivendo i tuoi pensieri, non accade spesso..
    a me poi..quasi mai.

    Grazie.

    RispondiElimina
  2. Profondamente vero...ma fa male lo stesso , diversamente male, ripensarci...

    RispondiElimina
  3. i blog credo che servano a questo, a cercare altri che scrivano i tuoi pensieri. Anche se alla fine è solo un piccolo stratagemma per poter pensare a voce alta senza filtri e senza convenienze.
    Non so chi siate e da dove veniate ma mi siete necessari, diversamente necessari, ma pur sempre necessari.

    sono le cinque del mattino e sorge il sole, vi auguro una meravigliosa giornata a tutte e due.

    RispondiElimina
  4. Dimmi un pò disilluso ma...
    perchè c'ho forte la sensazione che io e te abbiamo qualcosa in comune?

    inizia con la R. O_o
    compitino a casa anche per te.
    Fammi sapere che poi ti do il voto. :p

    kisses

    RispondiElimina
  5. inizia con la R.............
    non mi viene niente con la R
    adesso fino a stasera penserò a che cazzo è sta cosa con la R, bel compitino......
    io ho la sensazione che se c'è qualcosa che ci accomuna è che prendiamo la vita seriamente ma non consideriamo la vita una cosa seria, ma non comincia per R minchia.....
    vabè,bocciato, pazienza:(

    RispondiElimina
  6. Raucedine, Rotule, Rinite allergica, Rogna, Reflusso gastrico, Razza, Rincoglionimento, Roba da buttare, Roba da tenere, Ricordarsi di comprare il caffè, Relitti, Respinti, Rispondi!, Rane, Rinoceronti, Ravanelli, Ruote,...azz..
    RICORDI!!
    è giusto ricordi?
    mah....

    RispondiElimina
  7. Promosso.
    hai scritto tutte le "R" più condivisibili e affini a Marlene, quindi, in ogni caso sei promosso.

    p.s. e comunque, in mezzo c'è. ;)

    Kisses disilluso. :p

    RispondiElimina
  8. in mezzo in mezzo? o un po sù, magari un po giù. devi essere più precisa.
    vabè, a me basta essere stato promosso
    stasera mi sbronzo

    RispondiElimina
  9. ahahahahaha...
    peccato, non posso farti compagnia, sono astemia. :p

    RispondiElimina
  10. anch'io.

    vorrà dire che mi drogherò, si deve pur festeggiare in qualche modo;)

    RispondiElimina