mask

mask

mercoledì 30 giugno 2010



Ci avete messi qui dentro e ci va bene. Siamo abituati a vivere ai margini, la cosa non ci disturba. Tanto ci venite voi, con le vostre berline, fin qui. Di nascosto, a notte fonda. E non scendete mai. Mai una pacca sulla spalla. Solo quel passarsi veloci la merce e scappare via subito da quest'inferno, ma vi capiamo. Qui, sopratutto di notte, fa paura. Che poi un inferno non sarebbe se solo non aveste tutto questo terrore. Sarà che a noi le cose  fanno meno paura. Ci siamo cresciuti, nella paura. Noi le vostre paure non abbiamo più nemmeno il posto dove metterle, noi non abbiamo più paura nemmeno della morte, per forza di cose, e ci comportiamo di conseguenza. Un vantaggio non irrilevante. Noi il vostro terrore l'abbiamo già superato. Forse non abbiamo neanche mai avuto il piacere di conoscerlo. Se avete ancora paura vuol dire che quello che possono portarvi via ha ancora un valore, e non è il nostro caso. E' il vostro. Siete come noi quando temevamo le belve e gli scorpioni, ma noi le belve le rispettavamo. E gli scorpioni anche. La vostra paura, invece, è talmente grande che si alimenta da sola con il carburante della sua stessa ipocrisia. Noi non abbiamo più niente. Noi non abbiamo mai avuto niente. Di cosa dovremmo aver paura? Portiamo droga e germogli di terrorismo in giro per il mondo, ma non ce ne frega niente della droga e tanto meno di Maometto. Per questo siamo felici. Abbiamo superato la paura, anzi, siamo diventati noi stessi la vostra paura più grande.

PapaGallo

Chiesi all'allora ministro: "Scusi, quanto costa ogni detenuto al giorno?"
"Duecentomila lire".
"Se gli date centomila lire al giorno, vedrà che questi non rubano più".


Da: "Così in terra, come in cielo" di Don Andrea Gallo

martedì 29 giugno 2010

AspeTTando OrA di cENA

Fumo. 
Sì, continuo a fumare anche se mi hanno detto di smettere, così come continuo a fare altre mille cose che avrei dovuto smettere di fare da tempo. Non posso smettere un vizio se prima non mi date garanzie. Non posso occuparmi improvvisamente di me stesso dopo tutti questi anni. Non mi conosco abbastanza per poter prendermi il lusso di darmi degli ordini.


Vado a fare da mangiare.

Claudio Lolli - Ho Visto Anche Degli Zingari Felici (Conclusione) (1976)


abbiamo tanto da fare che............... non facciamo mai niente

lunedì 28 giugno 2010

memorie dal sottosuolo

It'S tOO LATe

E' già troppo tardi per uscire la sera, forse è troppo tardi anche per cercare un assassino.
Togliere, togliere ad ogni giorno e ad ogni notte fino a quando non resterà più niente.
Togliere, togliere fino a negarsi anche la possibilità di tornare indietro.
Togliere.
Ci sono silenzi che ti entrano dentro e che nessuno può sentire
nemmeno chi sarebbe disposto a tacere pur di rispettarli, quei silenzi.
Voglio che nessuno invecchi tenendo me stesso nella sua ombra.

Ho tolto da ogni giorno e da ogni notte tutto il superfluo
e ora voglio il riscatto
me lo merito

domenica 27 giugno 2010

Micah P Hinson - Stand In My Way (live)


un'altra domenica si scioglie.
non ho niente da dire.
ascoltatevi sta  canzone

Brendan Perry `Wintersun` Live at the Union Chapel, London June 10th, 2010



Can’t stop the hurt, can’t stop the bleeding
I am invisible

venerdì 25 giugno 2010

EMILE CIORAN



Talvolta si vorrebbe essere cannibali, non tanto per il piacere di divorare il tale o il talaltro, quanto per quello di vomitarlo.

È vero non faccio nulla. Ma vedo passare le ore, che è molto meglio che tentare di riempirle.

La vera eleganza morale consiste nell'arte di travestire le proprie vittorie da sconfitte.

Un uomo che si rispetti non ha patria.

mercoledì 23 giugno 2010

In VIAggio

Prima di intraprendere il viaggio della vendetta,
scavate due tombe.


CONFUCIO

martedì 22 giugno 2010

LA HERIDA

siempre es la misma funcion,
el mismo espectador,
el mismo teatro,
en el que tantas veces
actuo,
perder la razon
en un juego tan real
quizos fuera un error,
curame esta herida,
por favor.

Heroes del Silencio

lunedì 21 giugno 2010

Sogni e Sintomi



Del bisogno d'essere scaldato, d'essere nutrito
del bisogno nostro di essere consolati
frutto di una innocenza remota
imbastardita
stretta di carne accattivante
nessuno può permettersi rimpianti
nessuno può permettersi rimpianti mai
che i sogni siano sintomi
che i sogni siano segni
sanno i sogni sanno i sogni sanno i sogni
che
parole sussurrate che stanno appiccicate in gola
e possono strozzare meglio soffiarle
parole pronunciate che stanno conficcate in gola
e possono far male meglio lasciarle
parole comandate che stanno conficcate in gola
e possono strozzare meglio sputarle
come un animale che non sa capire
guardo il mondo con occhio lineare
come un animale che non sa cos'è il dolore
guardo il mondo con occhio lineare
come un animale che non può capire
guardo il mondo con occhio lineare
come un animale nel tempo di morire
cerco un posto che non si può trovare
come un animale nel tempo di morire
mi accontento di un posto in cui sostare
come un animale nel tempo di morire...
che i sogni siano sintomi che i sogni siano segni
sanno i sogni sanno i sogni sanno i sogni che

martedì 15 giugno 2010

lui dice: (19:06:42)
quanto manca?
lei dice: (19:06:46)
tu stai peggio di me
lui dice: (19:06:51)
è ancora lunga sta storia?
lei dice: (19:06:52)
tranquillo che non voglio battere nessuno
lui dice: (19:07:34)
mi deprimono i lampioni,i supermercati,le facce dei miei
lui dice: (18:59:43)
e nella mia merda non ti ci porterò mai
lei dice: (18:59:48)
sono 3 giorni che mangio e sbocco
lei dice: (18:59:53)
IO NELLA MERDA CI SONO GIà
lui dice: (18:59:55)
cerchiamo di galleggiare
lei dice: (19:01:32)
mi son scolata mezza bottiglia di martini
lui dice: (19:04:55)
Cioran ha scritto un libro: "l'inconveniente di essere nati"
lei dice: (19:05:10)
c'è un rimedio
lei dice: (19:05:12)
io lo so
lui dice: (19:05:13)
la mia vita mi sembra sia stato un inconveniente
lei dice: (19:05:16)
adesso mi prendo un tavor
lei dice: (19:05:18)
e vado a letto

domenica 13 giugno 2010

22:40

Cibo cinese, sesso, poche parole spese bene, un temporale 
e qualche lacrima. 
E poi silenzi che non chiedono di essere riempiti. 
Tempo fermo, tempo senza inganni, tempo che può fare tenerezza.
E il mastino della malinconia mi fa meno paura.
A volte basta poco.

giovedì 10 giugno 2010

IGGY POP

What is a dog but a machine for loving
You introduce him to a human being,
giving him the mission to love
And however ugly, perverse, deformed or stupid
this human being might be
The dog loves him.
The dog loves him.

per quanto lui possa essere brutto, perverso, deforme o stupido

il cane lo ama.
il cane lo ama.

domenica 6 giugno 2010

il cassetto chiuso

è brutto quando la gente mette le mani tra le tue cose, anche perchè non sai mai che mani siano.
è sempre brutto quando la gente mette le mani tra le tue cose, eppure devi fidarti, perché sanno come aggiustare, riavviare, resettare.
è brutto quando la gente rovista tra la tua roba, e un cassetto non lo apro. non mi fido.
è sempre brutto quando la gente mette la mani tra la tua roba.

sabato 5 giugno 2010

nulla da perdere

eccedono, gli uomini che non hanno nulla da perdere, fino alla nausea. Ma la differenza tra me e il resto del mondo è che io, dentro allo stato di nausea, ci sto una meraviglia. Non la vivo come un problema, la nausea. Per questo sono inadatto al mondo. Per questo sono solo. Ma ora ho trovato finalmente chi mi tiene il passo. Anzi, meglio ancora, chi sta un passo davanti a me.....

Paolo Sorrentino

Stiamo Tutti Bene


















stiamo tutti bene
va tutto bene
a parte i tombini che spurgano durante i temporali
e i giardinetti pubblici di periferia 
e i vecchi col giornale
e lascia stare, che alla fine c'è solo da ringraziare
d'essere ancora seduti qui
con le mani nelle mani

è solo tempo che passa
senza lasciarsi dietro odori
è un bel lasciarsi andare
alla giostra del sole
salirci sù e aspettare
che il giro finisca

tutto sembra più grande
ed è bello
che l'aria si riempia
finalmente di qualcosa
colmi la carenza d'ossigeno
ma che sia aria pulita

mercoledì 2 giugno 2010















Ma ho visto anche degli zingari felici
corrersi dietro, far l'amore
e rotolarsi per terra

martedì 1 giugno 2010

louise

Addio, splendida ragazzina.

8:39

l'amore rende soli
ma è ben più doloroso
se per nemici e amici
non sei più pericoloso


Manuel Agnelli